Il Dragon Fruit


Oggi, cari lettori, vi raccontiamo in un solo minuto tutto ciò che occorre sapere su un curioso, coloratissimo, a dir poco nutriente, frutto latino di tendenza per l’estate: la Pitaya.


Anche conosciuto con il nome “Frutto del drago”, la Pitaya cresce in Messico da una particolare specie di cactus. Si presenta con una buccia frastagliata di un luminosissimo color magenta, la sua polpa è invece di un bianco accennato cosparsa di semini neri commestibili, il sapore è dolce, fresco e delicato e si presta benissimo come abbinamento a macedonie di frutta mista, insalatone o bowls a base di pesce, ancora negli smoothies, con lo yogurt e persino come ingrediente chiave nelle marmellate.


Pensavate fosse tutto? La Pitaya o Frutto del Drago, è anche conosciuto come superfood per via delle sue eccezionali proprietà nutritive, gradite un accenno? Dunque non vi teniamo sulle spine: è ricco di antiossidanti e Sali minerali per esempio magnesio, potassio e calcio, ancora è ricco di fibre e vitamine come quelle del gruppo B1, C ed E.

È un potente antinfiammatorio e un valido antistress, rafforza il sistema immunitario e, ciliegina sulla torta: è povero di calorie, pensate che per 100 grammi di prodotto contiene unicamente 36 Kcal.


Un’ultima informazione tecnica: si sbuccia come un’arancia.


Prima di lasciarci cari lettori, non dimenticate di aggiungere il Frutto del drago alla vostra lista della spesa di luglio.



©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy