Squisitamente sardo: il Carciofo Spinoso di Sardegna

Bentrovate care lettrici nella rubrica "Curiosità in 1 minuto", lo spazio dedicato a spunti e appunti di natura lifestyle che ci porta oggi alla scoperta di un ortaggio di stagione davvero particolare: il Carciofo Spinoso di Sardegna.



Apparentemente pungente all'esterno, custodisce invero un cuore tenero dal gusto perfettamente bilanciato tra dolce e amaro. Si tratta di una tra le eccellenze enogastronomiche italiane, un prodotto genuino dal profumo intenso e floreale le cui origini orientali sono davvero antichissime. Giunse in terra sarda, pensate, ben prima del XVIII secolo e ad oggi la sua accurata coltivazione è ben distribuita su tutto il territorio dell'isola. La raccolta avviene rigorosamente a mano proprio in questi mesi a cavallo tra l'inverno e la primavera e la versatilità dei carciofi sardi li rende perfetti per svariate ricette e abbinamenti ideali con l'arrivo della bella stagione.


Fregola con gamberi, carciofi e pomodorini.


Per prima cosa lavate e cuocete in forno (120 °C / 20 min.) 10 pomodorini conditi con olio, sale e zucchero; sgusciate 6 gamberi e scottate le code in padella; pulite e cuocete poi 3 carciofi in acqua bollente salata con del prezzemolo per 7-8 minuti. Tritate lo scalogno e rosolatelo in una casseruola con 2-3 cucchiai di olio, unite 200g di fregola, regolate di sale e fate cuocere per un paio di minuti; sfumate con del vino bianco e portate a cottura per altri 20 minuti. Mantecate infine la fregola con 2 cucchiai di olio e impiattate il tutto.


Buon appetito e una felice Primavera a voi!


©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy