Save the Planet



“Noi siamo la 1° generazione a subire l’impatto del cambiamento climatico e l’ultima a poter fare qualcosa”, queste le parole dell’ex Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, durante il summit sul clima, tenutosi a Parigi nel 2015. Sono passati quattro anni e la situazione climatica, con tutti gli annessi e connessi, non ha paradossalmente fatto passi avanti, anzi, se possibile, è addirittura tornata indietro galoppando. La terra grida aiuto ed ora è tempo di rispondere.


Ma esattamente, a cosa rispondiamo? Quale “mostro” ci prepariamo ad affrontare? Quali sono le sue peculiarità, le sue forze e le sue debolezze? Sembra assurdo porsi certi interrogativi quando news, giornali, tv e quant'altro ci bombardano di input a tema “There’s no Planet B”, eppure non tutti sono certi di avere una visione completa e ben illustrata degli avvenimenti. Dunque oggi cercheremo di presentarveli, cari lettori, senza desiderio di allarmare o costringere, semplicemente ponendoci l’obiettivo di consegnarveli nelle mani, per quello che sono.


Ci insegna “L’arte della guerra”, testo cinese redatto da un gruppo di abili e vincenti generali, che un “nemico” lo si può sconfiggere solo in due casi, conoscendo bene il nemico o conoscendo bene se stessi.


“…E così, nelle operazioni militari: Se conosci il nemico e conosci te stesso, nemmeno in cento battaglie ti troverai in pericolo. Se non conosci il nemico ma conosci te stesso, le tue possibilità di vittoria sono pari a quelle di sconfitta. Se non conosci né il nemico né te stesso, ogni battaglia significherà per te sconfitta certa”.


Conosciamo meglio il nostro nemico: il Riscaldamento Globale.


Identifichiamo il “mostro” che combattiamo con il nome di Riscaldamento Globale, attenzione, è tanto certo quanto ovvio che vi siano altre gravi problematiche di degna importanza, sentiamo parlare di povertà, mal distribuzione delle risorse, violazione dei diritti umani, sovrappopolamento e ancora guerre. Sono tutti “mostri”, sono tutti problemi che unitamente vanno affrontati, ma noi oggi ci concentreremo solo su uno di questi: l’ambiente. Dunque torniamo a noi e focalizziamo nella mente l’immagine del “mostro” da combattere, il Riscaldamento Globale. Avete ben chiaro di che si tratta? In estrema sintesi è il fenomeno di innalzamento della temperatura superficiale del pianeta, in particolare dell’atmosfera terrestre e delle acque degli oceani. Sembra “innocente”, agli occhi di un osservatore inesperto, che il problema in questione sia “solo” un aumento delle temperature, invece la questione è molto più seria, più profonda. L’innalzamento delle temperature infatti, è solo l’apice della piramide che, crescendo, ha letteralmente partorito altri problemi, altre questioni. In particolare le seguenti:


Ritiro dei ghiacciai, ossia lo scioglimento delle calotte polari che, dissipandosi, stanno causando e continueranno a causare un aumento del livello dei mari, il che ha come dirette conseguenze: inondazioni di intere zone abitate e non, erosione delle coste ed intaccamento delle nostre scorte di acqua dolce.


Catastrofi naturali come incremento di ondate di calore e di periodi di intensa siccità, modifiche nella distribuzione e nella quantità delle piogge o, in altre parole, fenomeni sempre più frequenti ed intensi di alluvioni, uragani e tempeste. Questi stessi porteranno, per esempio, ad un derivato deterioramento della qualità del suolo, fattore che a sua volta si ripercuoterà, naturalmente con risvolti negativi, sull'agricoltura.