Il frutto delle streghe

La notte di Halloween si avvicina e noi della redazione Vervene.it, per restare in tema, abbiamo approfondito storie, leggende e curiosità a proposito di quello che sin dall'antichità è riconosciuto come il frutto delle streghe: la noce!


Ghiotte e utili per l'organismo, le noci sono il frutto dell'omonimo albero originario dell'Asia e oggi ampiamente diffuso a livello globale. Un albero, care lettrici, che dimora su questa terra da ben prima dell'uomo e a proposito del quale si sono sempre narrate controverse storie di paura con protagonisti demoni, streghe e malefici.

In epoca medievale per esempio, si vociferava che il diavolo in persona trovasse dimora tra le sue foglie, affiancato poi da intere congreghe di streghe e stregoni che, proprio all'ombra della pianta del noce, davano seguito a danze e riti demoniaci; o ancora si affermava che gli sventurati che avessero dormito all'ombra di un noce, si sarebbero svegliati l'indomani in preda a strani "flussi demoniaci" acquisendo misteriosamente veri e propri poteri magici!


Storie, leggende, fantasia o realtà? Attorno al noce e ai suoi deliziosi frutti aleggiano tanti misteri ma quel che è certo, care lettrici, è che questo "albero malefico" sia invero capace di dare alla luce frutti a dir poco benevoli! Davvero ottimi per la nostra salute! Vediamo insieme il perché.


Le noci in cucina: valori nutrizionali e ricette


Dal punto di vista nutrizionale, svelano medici e nutrizionisti, la noce è un frutto il cui consumo quotidiano non può che portare favore al nostro organismo. Occorre non eccedere, naturalmente, ma degustarne due o tre al giorno, si dice, tolga il medico di torno!


Le noci sono infatti ricche di minerali quali fosforo, potassio, calcio e magnesio, contengono Omega 3 e vitamine del gruppo A ed E; sono dei veri e propri integratori naturali, super consigliati come fonte di energia immediata per coloro che svolgono intensa attività fisica e ancora, aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo, favoriscono l'attività delle nostre ghiandole e del sistema immunitario e tutelano la salute del cuore. Un portento insomma che, ciliegina sulla torta, ha un ulteriore grande vantaggio: sono ampiamente versatili in cucina! Con le noci ci si può letteralmente sbizzarrire a partire da antipasti e primi piatti, passando per insalatone e secondi fino anche ai dolci!


Ecco qualche consiglio firmato dalla redazione per la serata di Halloween:


Per la vostra cena di Halloween a tema "noci delle streghe", potrete accogliere i vostri ospiti con un delizioso tris di antipasti composto da Datteri ripieni di robiola, bresaola e noci, Tartine di polenta gialla con zola dolce, miele e noci e, dulcis in fundo, una chicca pensata per rinfrescare la bocca e placare gli ardori scatenatasi tra le papille gustative in seguito a tutti questi sapori decisi: Insalatina a base di cavolo cappuccio bianco e viola a crudo, gherigli di noce tostati in forno, semini di zucca, olio, sale (giusto un pizzico) e glassa di aceto.



Per i Datteri ripieni: incidete i datteri (consideratene un paio a testa dunque per esempio 12 datteri per 6 persone) ed eliminate il nocciolo, allargateli leggermente con le dita e riempite di un generoso cucchiaino di robiola, aggiungete poi le noci tritate e una mezza fettina di bresaola per dattero arrotolandola a fagottino. Voilà! Da degustare a temperatura ambiente e fresco di giornata!


Passerete poi alla portata principale e in tal caso perché tergiversare, andiamo sul sicuro proponendo un classico Spaghetto in salsa di noci che metterà d'accordo tutti i vostri ospiti!



Per la crema di noci: cuocete circa 150g di gherigli di noce in acqua bollente per cinque minuti (così da eliminare l'amarognolo del frutto), scolate e fate asciugare. Nel frattempo mettete in ammollo 40g di pane nel latte e, non appena avrà assorbito, strizzatelo per bene e trasferitelo nel mixer.

Aggiungete le vostre noci leggermente umide, 50g di parmigiano, 40g di pinoli, rosmarino fresco a piacere e uno spicchio d'aglio. Azionate il mixer e gradualmente, aggiungete a filo l'olio d'oliva. La vostra crema è pronta; potrete poi aggiustare la consistenza a vostra preferenza aggiungendo nel caso mezzo bicchiere di latte. Considerate a tal proposito che la consistenza dovrà risultare super cremosa!


Quale miglior modo poi, di terminare una serata se non in compagnia di un dolce fatto in casa? Per l'occasione potreste trasferirvi in salotto e offrire ai vostri ospiti un calice di passito Anghelo Ruju Riserva DOC della Tenuta Sella&Mosca, da sorseggiare in abbinamento a dei golosissimi Biscotti alle noci e cioccolato.



Per la ricetta: versate 300g di farina su una spianatoia, fate un foro al centro e aggiungete 2 uova, 120g di burro a tocchetti e 90g di zucchero di canna. Tritate poi le vostre noci (una decina) con un mattarello e unitele all’impasto, aggiungete infine 60g circa di cioccolato al gianduia spezzettato e amalgamate il tutto. Stendete l’impasto e ricavate i biscotti con una formina tonda o della forma che più preferite, magari anche a tema Halloween. Sistemateli sulla placca del forno rivestita dalla carta e cuocete a 180° per circa 15 minuti.


Bon Appétit e Buon Halloween dalla Redazione Vervene.it!

©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy