Ho! Ho! Home!

La magia del Natale fa miracoli! I bambini lo sanno molto bene, tanto che s’impegnano durante l’anno a rendere fieri genitori, parenti e insegnanti per guadagnarsi il loro bel posticino nella lista dei “buoni” di Babbo Natale. Loro sanno che il Natale è un mixage di splendore, che premia, aiuta, insegna e gratifica, ma sanno anche che per vivere con il cuore tutta questa meraviglia, occorre aguzzare l’ingegno, non per promuovere macchinosi intenti, ma al contrario per invitare questa meraviglia a venirci incontro. Ma da dove partire? Certamente stilare una lista può essere un’idea, per esempio iniziando a considerare il centro del Natale: la famiglia! E cosa meglio di una casa rappresenta il cuore delle famiglie? Quel luogo in cui nasci e cresci, in cui condividi, ascolti e impari, proponi te stesso e inizi a capirti, quel posto in cui, a suon di battibecchi e pazienti riappacificazioni, diventi adulto e responsabile, studi e metti le basi per il tuo futuro, per impostarlo o per migliorarlo, il posto della scoperta, il posto in cui tutto accade per la prima volta, il posto in cui tutto è sicuro e certo, la casa.


Dunque cari lettori, oggi parleremo proprio della casa e di come renderla speciale durante l’Avvento grazie al contributo di preziosi alleati: le decorazioni natalizie. Cominciamo!


Outdoor



Per dare il benvenuto agli invitati il primo passo è l’esterno della casa, i dettagli che la rendono immediatamente accogliente, calda nonostante il gelo, familiare ed elegantemente vissuta. Un esempio sono le lanterne, spesso sottovalutate ma capaci di illuminare gli occhi, persino al più Scrooge tra gli ospiti. Ancora le ghirlande appese alle porte d’ingresso o all’esterno delle finestre che costeggiano il vialetto di casa. Piccola selezione di lanterne estrapolata dalla collezione Maisons du Monde:



Living


Il protagonista della zona giorno è l’albero di Natale. Come potrebbe essere altrimenti? È simbolo di scambio e raccolta, di Natività e tradizione, è simbolo di unione e festeggiamenti e anche, anzi parlando di home decor, soprattutto, colui che definisce lo stile decorativo della stanza e che dunque influenza il resto degli accessori a lui abbinati. È perciò fondamentale, prima di procedere con la selezione delle decorazioni, scegliere l’albero. Una volta trovato l’albero perfetto e individuato il punto del salone in cui addobbarlo, si passa alle sue nobili vesti: le palline! Qui di seguito una trilogia a tema Lumière con proposte che vanno dal classico e tradizionale rosso, al più nordico glacier e infine all’intramontabile e sontuoso oro, tutte firmate Maisons du Monde.



Sempre nella zona giorno si possono individuare altri complementi d’arredo in stile Joyeux Noël e in questo caso parliamo di candele, candelieri, boule e ancora portalumi, vasi, oggettistica e lanterne. Due appunti per garantire una scelta chic ed elegante: orientatevi su una precisa cromia di colori che possa fare da fil rouge in tutta la stanza e in secondo luogo, non abbiate premura di riempire troppo gli spazi, pochi dettagli finemente abbinati comunicano gioia e natale tanto quanto l’abbondanza di elementi, la differenza è che la prima scelta fa la riverenza al classico detto “pochi ma buoni” che garantisce sempre un grande successo!


Scatti fotografici estrapolati dal sito www.maisondumonde.com


Grande Soirée


Il cenone di Natale è al centro dei pensieri, ma oltre alle ricette, un occhio di riguardo va prestato anche all’apparecchiatura partendo naturalmente dalle basi: tovaglia e stoviglie. In questo caso non è necessario acquistarne di nuove apposta per l’occasione, al contrario si può giocare sull’antico e rispolverare vecchi servizi ereditati da antenati o regali di valore ricevuti nel corso degli anni. La difficoltà sarà quella di riproporre tali antichità in chiave contemporanea e per farlo vengono in nostro aiuto i dettagli, capitanati innanzitutto dalla scelta dei colori. I classici natalizi sono rosso, verde e bianco, come biasimare la tradizione? Ma a questi elementi se ne può sostituire, o con estrema cautela, aggiungere un altro, l’oro, portavoce di sfarzo e lusso.

Passiamo ora agli accessori in cui troviamo senza dubbio un bel centrotavola, i segnaposto, della frutta decorativa e qualche candela.

Partendo dal principio possiamo dire che il centrotavola sia fondamentale in un’ occasione di grande festa come il Natale, questo per due ragioni principali: dà carattere e crea atmosfera. La miglior scelta in questo caso è quella di puntare su di una ghirlanda finemente composta che può prevedere l’utilizzo di abete, pigne e bacche. Per quanto riguarda poi i segnaposto le scelte sono molteplici e dipendono dal trend che avete impostato con le altre decorazioni, possono essere portanome con forme natalizie, portatovagliolo con fiori, rami d’agrifoglio personalizzati o ancora segnaposto in carta. Ciò che è certo è che per regalare un tocco di stile alla tavola si può far riferimento alla frutta, in particolare al melograno che grazie al suo colore intenso e alla sua forma ricercata affascinerà i vostri commensali, per non parlare del fatto che questo frutto è di buon auspicio in quanto simbolo di abbondanza. In ultimo le candele. Rigorosamente abbinate ai colori già proposti e inodore.


Dunque è sufficiente qualche accorgimento, un’ aggiustatina qua e là, tanta fantasia e assoluto buon gusto et voilà, il gioco è fatto. La nostra casa sarà così pronta per accogliere il Natale e i suoi miracoli, perché, come ci insegnano i più piccoli, li si può invitare ad entrare nelle nostre case, i miracoli, nelle nostre vite, proprio come veri ospiti, tra tepore, luci e musiche, dolci aromi e decorazioni natalizie. Nulla deve mancare all’appello e così potremo godere di un Natale davvero magico.


La Redazione Vervene.it

©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy