Test dei colori e Fiori di Bach per combattere ansia e stress

Per la rubrica "La mente errante", Vervene Magazine e Miriam Galli Yoga presentano l'approfondimento "Colori e Fiori", in collaborazione con la dott.ssa Viviana Valente e il Centro diagnostico Max Lüscher di Roma.



Il Centro diagnostico Max Lüscher di Roma è un Centro di Psicologia specializzato nella Diagnostica dei colori ideata dal Prof. Dr. Max Lüscher, che, grazie al suo Test cromatico, è celebre da oltre 70 anni in tutto il mondo.

Il Test dei colori è stato presentato dal Prof. Lüscher nel 1947 a Losanna, al primo Congresso internazionale di psicologia dopo la seconda guerra mondiale, da allora il successo si è rapidamente diffuso in tutto il mondo, dall’Europa all’America fino anche all’Australia; parliamo di lezioni tenute in decine di Università, libri venduti in milioni di copie e rimasti bestseller per anni negli USA e per molti mesi in numerosi paesi e ancora “Il Test dei colori” (un estratto del Test originale) tradotto in 31 lingue.


Per quanto riguarda Il Centro diagnostico Lüscher di Roma, nasce invece quindici anni fa, nel febbraio del 2006, con l’autorizzazione che il Prof. Lüscher personalmente concesse alla Dott.ssa Viviana Valente che, nelle righe a seguire, si racconterà e ci racconterà di più a proposto di questa affascinate terapia.



"Sono Psicologa e sono stata prima allieva del Prof. Max Lüscher nei corsi di specializzazione sulla Diagnostica dei colori che ho seguito in Svizzera e poi sono diventata sua collaboratrice diretta.

Ora, come Responsabile del Centro Lüscher di Roma, diffondo la Diagnostica dei colori attraverso le attività di consulenza e di docenza in corsi di formazione, a Roma e online, sul Test e sull’integrazione del Test di Lüscher con i Fiori di Bach.

La mia specializzazione anche nella Floriterapia di Bach mi ha poi portato a studi e ricerche per integrare il Test dei colori con i Fiori di Bach fino ad arrivare ad individuare le corrispondenze biunivoche tra i 38 Fiori di Bach e i 38 codici cromatici di Lüscher che permettono di selezionare in modo più oggettivo i Fiori di Bach più efficaci per la persona direttamente dalle scelte dei colori al Lüscher-Test".



La parola alla Dott.ssa Valente:


Cos'è il Test di Lüscher e a cosa serve?


E’ un Test che permette di accedere alla condizione emozionale e psicosomatica individuale attraverso la misurazione delle reazioni psicofisiologiche spontanee di fronte ai colori.

La versione originale e completa è costituita da varie tavole contenenti in totale 23 differenti tonalità di colori (ripetute più volte) e 7 forme.

Il Test di Lüscher prevede una somministrazione semplice (si richiede di esprimere preferenze e rifiuti di fronte ad una gamma di colori) e rapida (dura 5-8 minuti), ma fornisce una grande ricchezza e varietà di informazioni.

Può essere effettuato ad ogni età a partire dai 5 anni.

Per quanto riguarda invece la sua funzione, ci permette di cogliere la situazione emozionale legata al momento attuale e le caratteristiche più stabili della personalità; ci permette di ottenere un quadro globale delle difficoltà e delle potenzialità, evidenziare i livelli di stress e i carichi gravanti sui vari organi fisici, rilevare eventuali fattori di rischio (per es. verso ipertensione, infarto, ulcera, suicidio, bullismo ecc.), mostrare gli atteggiamenti (funzionali o meno) messi in atto nei vari ambiti di vita (relazioni intime, rapporti sociali, ambito lavorativo ecc.), ancora di individuare la causa profonda dell’eventuale problematica emozionale o psicosomatica ed infine di impostare gli obiettivi dell’intervento di riequilibrio emozionale.


L'ansia secondo l'approccio Lüscher


L’ansia per il Prof. Lüscher è prodotta da una frustrazione di bisogni fondamentali, da ciò che viene represso e si evita o da cui ci si difende e che perciò causa una sensazione di angoscia.

Per Lüscher esistono quattro forme fondamentali di ansia che sono da ricollegarsi alla frustrazione (che nel Test viene rilevata attraverso precisi calcoli) di uno dei quattro colori fondamentali.

L’ansia collegata al blu deriva da una frustrazione del bisogno di un’appartenenza fiduciosa ed è l’angoscia di essere dipendente, è la paura del legame, dell’integrazione, del vuoto, del “buco nero”.

L’ansia collegata al verde deriva da una frustrazione del bisogno di autoaffermazione e di rispetto ed è l’angoscia di essere disprezzati con la paura di non essere all’altezza, bisogno di riconoscimento e di accettazione.

L’ansia collegata al rosso deriva da una frustrazione del bisogno di raggiungere i propri obiettivi e avere successo, è l’angoscia di essere logorati /minacciati, è la sensazione di essere sottoposti a pretese eccessive, di essere esauriti, di non avere abbastanza forze per riuscire nei propri intenti.

L’ansia collegata al giallo deriva da una frustrazione del bisogno di veder realizzate le proprie aspettative e del bisogno di sentirsi liberi e spensierati, è l’angoscia della perdita (di affetti, salute, averi ecc.), è la paura delle delusioni, del futuro, dell’ignoto.

Ognuna di queste quattro tipologie principali di ansia ha poi tre diverse tipologie secondarie per un totale quindi di 12 diverse tipologie.

Perciò si può intuire come non si possano effettuare generalizzazioni e quello che comunemente chiamiamo “ansia” in realtà può nascondere molte diverse sfumature e cause.

Le tipologie di ansia, principali e secondarie, vengono misurate, in modo molto sottile, dal Test dei colori di Lüscher.


Ansia e Covid


Alcune tipologie di ansia possono essere caratteriali, altre possono essere indotte da situazioni di vita particolari.

Sicuramente in questa situazione di pandemia è ampiamente diffusa l’ansia collegata al giallo.

In questo caso tutti i significati positivi del giallo (apertura verso gli altri e verso il nuovo, speranza, allegria, sollievo, liberazione, libertà ecc.) vengono repressi e si trasformano nei loro opposti indicando perciò le paure, le ansie, le preoccupazioni, il pessimismo, la chiusura ai contatti.

Questa situazione emozionale corrisponde alla situazione che stiamo vivendo a livello globale a partire dall’anno scorso con il lockdown.

Tra l’altro uno squilibrio di un colore grava a livello fisiologico su particolari organi e uno squilibrio del giallo, a livello fisiologico e psicosomatico, colpisce proprio l’apparato respiratorio così fortemente coinvolto nella sindrome da Coronavirus.

Perciò l’assonanza con la situazione indotta dal Covid è evidente a tutti i livelli.


Ansia e Fiori di Bach


I Fiori di Bach sono 38 rimedi naturali privi di effetti collaterali e privi di controindicazioni. Sono famosi come rimedi per l’ansia e molte persone ritengono che servano solo per questo, mentre il loro raggio d’azione è ampissimo e raggiunge praticamente ogni tipo di disagio emozionale (depressione, scoraggiamento momentaneo, rabbia, risentimento, senso di colpa, gelosia ecc.).

Troppe volte si banalizzano i Fiori di Bach e si indicano in modo molto generico alcuni Fiori di Bach che sono adatti per l’ansia ma, come spiega bene il Prof. Lüscher, i tipi di ansia di base sono 4 e ognuno di loro ha tre forme secondarie perciò sono 12 tipologie diverse.

Inoltre ogni ansia può essere compensata con 2 tipologie diverse di comportamento (evidenziabile attraverso le scelte dei colori preferiti), perciò si intuisce chiaramente che non è possibile effettuare generalizzazioni perché le sfumature emozionali sono tante.

Attraverso il Test possiamo rapidamente evidenziare la tipologia e ad ogni tipologia corrisponde in modo preciso un Fiore di Bach diverso. La Diagnosi psicosomatica con il Test di Lüscher perciò, permette di cogliere subito, in pochi minuti, la causa reale del problema al di là dei sintomi manifesti.

I lavori che ho sviluppato personalmente dopo un lungo e complesso percorso di approfondimento e verifica hanno portato al perfezionamento e adattamento della Diagnostica Lüscher alla Floriterapia attraverso l’individuazione di una corrispondenza precisa e biunivoca tra ognuno dei 38 codici cromatici emergenti dal Test di Lüscher e ognuno dei 38 Fiori di Bach.

Misurare le emozioni attraverso i colori e restituire un "messaggio emozionale" attraverso i Fiori di Bach permette di creare un ponte diretto da emozione a emozione.

Si evitano fraintendimenti verbali o interpretazioni soggettive e si può fare affidamento sulla scientificità del Test di Lüscher per selezionare i rimedi floreali (i Fiori di Bach sono 38 diversi rimedi ma se ne devono selezionare solo pochi per ogni persona e se si effettua la scelta sbagliata non si percepiscono effetti) veramente adatti alla persona e che agiscano sulla causa reale dei suoi problemi.


Stress


Il Test di Lüscher è poi in grado di misurare in modo immediato il livello di stress psicofisiologico e anche di effettuare differenziazioni tra i livelli di stress relativi a:


· l’umore del momento (il livello più superficiale e attuale),

· il carattere (frutto dell’interazione con l’ambiente e le esperienze di vita),

· il temperamento (la parte della personalità più stabile).


I confronti tra le varie aree permettono di comprendere subito quanto le problematiche sono profonde e radicate oppure sono frutto del momento particolare che si sta attraversando, a che livello di profondità si trovano i disturbi e quale può essere l’evoluzione delle problematiche".


Consulenze online del Centro Max Lüscher


L’emergenza Covid ha aggravato i livelli di stress cui si è sottoposti e ha scatenato o amplificato ansia, paure e problematiche emozionali. Allo stesso tempo le restrizioni del periodo hanno reso impossibili o comunque più complicati gli incontri di persona spingendo verso un cambiamento nella forma delle consulenze.

Per venire incontro alle nuove esigenze è stata creata una presentazione autorizzata delle tavole cromatiche che permette di abilitare la registrazione del Test per mezzo di dispositivi digitali. L’impostazione del Test professionale online ha presentato varie problematiche perché diversi fattori possono apportare variazioni delle tonalità più o meno significative influenzando di conseguenza anche l’analisi dei risultati ma il lavoro è stato portato avanti cercando di applicare tutti gli accorgimenti tecnici possibili per minimizzare le differenze cromatiche.


Al momento stiamo offrendo tre diversi tipi di consulenza online con il Test di Lüscher:


· un’analisi del Test di Lüscher per un quadro ampio e particolareggiato della personalità,

· la risposta ad una domanda di specifico interesse personale per fare maggiore chiarezza sulla causa più profonda di un disagio,

· l’indicazione dei Fiori di Bach per ottenere un supporto concreto e alleggerire le proprie problematiche mediante l’assunzione dei rimedi floreali.


La dott.ssa Valente effettua personalmente tutte le analisi professionali del Lüscher-Test e la stesura delle relazioni.


"La modalità sta piacendo e sono contenta di poter offrire così, con la migliore qualità possibile nonostante le limitazioni, un piccolo contributo in un momento in cui c’è una così urgente necessità di benessere".


Potete contattare la Dott.ssa Valente ed il Centro Max Lüscher visitando il sito a questo link.


Un caro saluto,


Federica e la redazione di Vervene.it

©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy