Vacanze di Natale a Edimburgo

Aggiornato il: 12 dic 2019

Qual è la vostra meta dei sogni per le vacanze di Natale?



Edimburgo è una cittadina a misura d’uomo, sufficientemente piccola per essere comodamente girata a piedi, ma altresì ricca di attrattive per gli esploratori in avanscoperta di tutte le età. Sorge sulle colline e sin dal primo sguardo incanta i suoi visitatori tanto per la bellezza del paesaggio, costellato di castelli e abbazie, quanto per il fascino dei suoi quartieri medioevali e palazzi georgiani, per la storia che trapela da ogni angolo della città e per l’atmosfera che, come per magia, avvolge ogni cosa della città, turisti compresi.

Ed ora, senza ulteriore indugio, ci caliamo nella parte di appassionate guide turistiche e vi presentiamo la nostra guida tascabile per un Natale suggestivo e memorabile nella capitale scozzese.



Cosa fare a Edimburgo durante le vacanze di Natale?


A seguire i cinque must da inserire nel vostro itinerario scozzese:


Il Royal Mile


La strada più famosa della Scozia che, come suggerisce il nome, è lunga proprio un miglio. Come prima attività, una volta lasciati i vostri bagagli in hotel, vi suggeriamo di dedicarvi a lei, percorrendola per intero partendo magari da una delle sue estremità, la Holyrood Abbey, l’elegantissima residenza dei reali di Scozia che tutt’oggi viene utilizzata dalla Regina sebbene solo per pochi mesi l’anno. Qui potrete visitare gli interni del sontuoso palazzo dove ammirerete gli appartamenti di stato, le storiche camere della Regina Maria Stuarda e la pomposa Sala del Trono. Terminata la prima visita immettevi nel Royal Mile e iniziate la vostra passeggiata alla scoperta delle meraviglie di Edimburgo tra palazzi storici affacciati sulla via, vicoli segreti e vetrine vestite a festa. Lungo la strada, prima di giungere all’altra estremità occupata dal Castello di Edimburgo, vi suggeriamo di visitare due chicche, la Chiesa di St Gilles ovvero la Cattedrale di Edimburgo e il Museo degli Scrittori, interamente dedicato ai tre grandi maestri della letteratura scozzese: Robert Burns, Walter Scott e Robert Louis Stevenson. Proseguendo nella passeggiata vi troverete poi all’altra estremità del Royal Mile dove, proprio sulla cima di un vulcano estinto sorge arroccato il Castello di Edimburgo, un’antica fortezza che domina il paesaggio della città. D’obbligo una visita anche perché questo sontuoso castello è a tutti gli effetti il simbolo storico, culturale e folcloristico di Edimburgo.


A spasso per Santa Land


Il Natale non è Natale a Edimburgo senza i suoi Festival Invernali che raccontano la gioia e la magia di questa festa a tutti, grandi e piccini.



Tra le attività suggerite vi consigliamo un giro ai Giardini di Princes Street, il parco urbano più bello e importante della città che in occasione del Natale ospita il festival Winter Wonderland con mercatini natalizi, una pista di pattinaggio su ghiaccio, il villaggio natalizio di Santa Land con doni e giocattoli per i più piccoli, labirinti di abeti, la grotta di Babbo Natale e l’officina degli Elfi, una ruota panoramica per ammirare la città dall’alto e attrazioni tematiche in ogni dove.


Il Capodanno Scozzese


Se la vostra visita ad Edimburgo cade in coincidenza del Capodanno vi troverete letteralmente immersi nei festeggiamenti del Capodanno più grande d’Europa, quello tradizionale scozzese o, per chiamarlo con il suo nome originale, l’Hogmanay. Si tratta di un’antica festa pagana della durata di tre giorni, dal 30 dicembre al 1 gennaio, che si apre con la Processione delle Torce, un magnifico spettacolo a cui assistere durante il quale un corteo in costume attraversa il centro storico di Edimburgo, sfilando lungo il Royal Mile illuminato da grandi torce accese. Il tutto accompagnato dalla melodia malinconica ed emozionante delle cornamuse per un’esperienza a dir poco emozionante.


Sulle tracce di Harry


Per tutti i fan della saga di Harry Potter, Edimburgo è il posto giusto per sentirsi il più vicini possibili alla magia di questa storia che ha emozionato, commosso, tenuto sulle spine e fatto innamorare intere generazioni di appassionati. Fu infatti proprio tra le vie della città che la scrittrice J. K. Rowling trovò gran parte dell’ispirazione per la storia di Harry, dal nome dei personaggi, alla descrizione dei luoghi del libro, fino anche alla divisione in case della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts perciò, quale miglior occasione se non le vacanze natalizie, per concedersi una caccia al tesoro alla scoperta di questi posti magici che sembrano proprio essere usciti dalle pagine del libro. L’atmosfera di festa tipica del Natale renderà tutto ancora più memorabile.



A tal proposito, sebbene vi siano diversi tour organizzati che propongono la visita della città a tema Harry Potter, il nostro suggerimento è quello di vivere quest’esperienza in autonomia, dettando voi tempistiche e percorso, così da godervi l’esperienza con ancora maggiore pathos. Per orientarvi al meglio, ecco le tappe che potreste toccare: Spoon Café, un localino abbastanza anonimo dall’esterno che però custodisce un valore a dir poco inestimabile, sembra infatti essere proprio il luogo nel quale la Rowling scrisse i primi capitoli della saga, dunque è una tappa super consigliata. Si passa poi al Balmoral Hotel, dove alloggiò la scrittrice per ultimare la stesura dell’ultimo romanzo, I Doni della Morte, e alla suggestiva Victoria Street, la Diangon Alley del libro. Altra tappa imperdibile è il Greyfriars Kirkyard, il cimitero più famoso della città nel quale la scrittrice trovò l’ispirazione per alcuni dei nomi dei personaggi tra cui la Professoressa McGranitt e Alastor Moody; qui troverete anche la tomba del cattivo della saga, niente meno che Tom Riddle in persona. Ammirate poi la George Heriot’s School, la scuola che ispirò la divisione degli studenti in case e in ultimo, Potterrow, la via che ispirò il cognome del maghetto Harry.


Cena al The Witchery by the Castle



Il ristorante più romantico di Edimburgo che si distingue per i suoi ambienti caldi e accoglienti, ricercati e armoniosi. Li tutto è una ben riuscita fusione tra storia, tradizione e contemporaneità, tanto nell’ambiente, quanto nei piatti. La cucina è sopraffina ed il servizio impeccabile, assaggerete grandi piatti d’ispirazione classica impreziositi con qualche tocco di originalità, tutti rigorosamente preparati con materie prima di eccellente qualità. Una cena al The Witchery è super consigliata prima del vostro rientro alla routine.


Dove soggiornare?


Cari lettori, ora che vi abbiamo raccontato le cinque attività imperdibili ad Edimburgo per una Christmas Holiday coi fiocchi, non ci resta che darvi un ulteriore supporto a proposito dell’alloggio. Sono innumerevoli le strutture alberghiere della città, ma tra tutte noi ci sentiamo di consigliarne una in particolare, stiamo parlando dell’Hotel Kimpton in Charlotte Square.



Questa struttura a cinque stelle saprà rendere ancor più sublime il vostro viaggio ad Edimburgo, vi accoglierà tra prelibatezze in omaggio e latte fresco, entrambi ad attendervi nella vostra stanza, Spa con trattamenti benessere, cucina medio-orientale e una piscina per rilassare mente e corpo dopo una giornata a spasso per la città. La posizione è ottima e il servizio sublime, parola di Vervene!


Non resta che preparare i bagagli e prendere il volo, la Scozia e le sue meraviglie vi aspettano!


Buone Feste dalla Redazione

©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy