Perché questo mese non...


Benvenuto 2019 e benvenuti voi, cari lettori, nel nuovo numero di Vervene, dedicato ad un gennaio pieno di novità e di buoni propositi, ed è proprio di questo che parliamo oggi: tre idee da valutare e coltivare per consacrare un nuovo inizio all’insegna della positività. Quando tutt’intorno a noi, regna una storica e forse naturale confusione, partiamo da noi stessi per ritrovare ordine, pace e lucidità. Ed ecco che il team Vervene si è messo all’opera, per aiutarvi a canalizzare l’energia positiva, verso un’ ingegnosa ed originale ricerca dell’allegria, fatta di spensieratezza così come di consapevolezza. Allora, senza più indugio, chiediamoci: perché questo mese non…?

…preparo una cena speciale per mamma e papà?

Per loro che ci stanno sempre accanto, indipendentemente dall’età e dalle marachelle che nel corso degli anni accumuliamo, per loro che senza sosta si prendono cura di noi, per loro che ci insegnano il rigore, l’impegno e la fatica, così da prepararci ad un futuro brillante e all’altezza dei nostri sogni. Per loro, ci mettiamo ai fornelli! Dedichiamo loro una giornata che possa aiutarli a scacciare preoccupazione e brutti pensieri, stanchezza e negatività, una giornata in cui, con un enorme sorriso contagioso sul viso, ripartiamo insieme dall’abc, immergendo le “mani in pasta” e confezionando una cena piena di gratitudine e di amore, che possa nutrire soprattutto il cuore, oltre che, naturalmente, lo stomaco. Ecco una proposta di menù golosa e sfiziosa composta da tre portate, assolutamente ideale per il freddo mese di gennaio:

Si comincia con un traboccante piatto ricolmo di Tartellette ai gamberetti, con base di pasta brisée e ripieno di gamberetti, belga appassita nel burro e panna per amalgamare, il tutto cosparso con una grattuggiata di pancarré al prezzemolo. A seguire un eccellente secondo, caldo e dalla morbidissima scioglievolezza: Tortini di branzino all’aneto con mostarda e agrumi, naturalmente accompagnati da un contorno: Finocchi caramellati al forno. E per concludere in dolcezza, Bavarese in coppa, dolce a base di cioccolato fondente, amaretti e savoiardi, arancia, panna fresca e Grand Marnier. La cena è servita, Bon Appétit!

…do una chance ad un classico impolverato?


Stiamo parlando di libri naturalmente, quegli oggetti capaci di trasportare la mente del lettore in posti, epoche e circostanze altrimenti impossibili da conoscere. Molto più dei film e della televisione, i libri intrecciano con il lettore un legame che, consapevoli o meno, rimane per tutta la vita. La passione, la sorpresa, la stima per un personaggio che ci ha travolto di stupore, la rabbia per l’insuccesso di una giusta lotta, il fervore per un finale mescolato che sembra non palesarsi…anche a distanza di anni, un libro letto con gioia e passione, farà parte del trascorso del lettore e questo perché la lettura è relax, istruzione, emozioni. Uno spunto prezioso al valore della lettura viene dato, all’incirca un anno fa, dal sito americano Bustle, il quale, ispirato da uno studio universitario, propone un interessante focus sugli incredibili effetti positivi che si hanno, semplicemente leggendo un libro. La lettura viene infatti paragonata all’assunzione di psico-farmaci, volti a ristabilire l’equilibrio psichico delle persone e innalzarne il tono d’umore: leggere viene dunque considerata come una cura per la salute mentale. E non è forse meglio leggere un libro, piuttosto che assumere pastiglie? Assolutamente 1-0 per i libri, non hanno controindicazioni ne effetti collaterali! Ma torniamo ai nostri buoni propositi e concentriamoci su quei “classici impolverati” di cui certamente tutti abbiamo udito parola, ma che molto probabilmente in pochi hanno davvero letto. Quello che vi proponiamo oggi venne valutato dal Time come uno fra i romanzi imprescindibili di tutti i tempi e di tutte le letterature, stiamo parlando di Anna Karenina di Lev Tolstoj. 960 pagine scoraggerebbero chiunque, ma non è proprio a questo che servono i buoni propositi? Invogliarci a fare qualcosa che altrimenti avremmo ignorato? Dunque sembrerebbe essere arrivato il momento di aprire questo "mostruoso" scrigno di parole e tuffarcisi a capofitto. La lettura vi coinvolgerà pagina dopo pagina, grazie all’incredibile trama, ai personaggi interessanti ed alla vitale modernità, che rendono Anna Karenina eternamente al passo con i tempi.

…mi regalo un cambio-look ispirato alle tendenze?

Già sbirciate le tendenze capelli 2019? Ecco i must per questa stagione, direttamente dai saloon europei più glam: Taglio corto alla garçonne: per chi ama il corto, attenzione attenzione, in auge il cortissimo che diviene quest’anno un vero e proprio trend, soprattutto se portato mosso! Taglio medio long bob: un fortunato ritorno quello del famoso “caschetto”, reso popolare nel corso degli anni da donne come Raffaella Carrà. Ritorna sì, ma con un pizzico di modernismo in più: si allunga e diventa rigorosamente morbido! Taglio extra-long: chiome sane e lucenti non vanno mai fuori moda, quest’anno le troviamo in versione “naturalezza”. Femminilità consapevole e libertà, espresse da una chioma leggermente mossa, scalata quanto basta e dalla riga mai troppo definita. Riccio naturale: promosse le chiome ricce e vaporose, considerate una vera ricchezza da sfoggiare con naturalezza al 100%.

Se il taglio non fa per voi, basta puntare tutto sul colore! Trionfo del rosso che si propone in testa alla classifica dei colori più di moda, biondi chiarissimi e decolorati o in alternativa, biondi vanigliati, per un effetto naturale e rassicurante. Castani animati da striature tabacco, rosso e caramello e in ultimo, per le più temerarie, capelli color pastello che si preannuncia, andranno per la maggiore!

…organizzo un weekend coccola con le amiche?

Coltivare l’amicizia è una sfida giornaliera, richiede impegno e costanza perché, un rapporto così intimamente speciale, ha bisogno di nutrimento quotidiano, merita nutrimento quotidiano! Allora una splendida promessa che possiamo fare a noi stesse e a questo 2019, è di ricordarci e di ricordare alle “nostre persone” quanto sono straordinarie per noi. Quale miglior modo di una fuga ben pianificata? Innanzitutto definite chi saranno le fortunate a partecipare, pensate poi ad un budget che possa mettere tutti a proprio agio ed infine calendarizzate il tutto. Basteranno due giorni per godervi il weekend, ovunque decidiate di trascorrerlo. Se siete a corto di idee non preoccupatevi, Il team Vervene non vi lascia mai sole e dunque ecco la nostra proposta per chi è a caccia d’ispirazione: Chamonix Mont-Blanc! Tre giornate immerse nella meraviglia di questa perla, impreziosita dalla silenziosa presenza del Monte Bianco, tra haute cuisine, relax, shopping e natura. Dove dormire? La risposta è lo Chalet Martinique, che potrete riservare interamente per voi, per tutto il vostro soggiorno. A pochi passi dal centro, offre un giardino con vista sul Monte Bianco, Wifi e parcheggio privato, ancora una spaziosa zona giorno con cucina super attrezzata e salone luminoso e per finire tre graziose camere da letto per una capienza di 6 posti. Dove mangiare? Ristorante La Calèche! Cosa fare? Una giornata full immersion alle QC Terme Chamonix, giro in slitta trainati da stupendi Husky e La Mer de Glace, uno dei più grandi ghiacciai in Europa.


©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy