Il profumo che insegna il sorriso



L’isola in boccetta, schiacciata, spremuta e compressa dentro un grazioso contenitore di vetro, tutto il suo carattere selvaggiamente lussuoso espresso sotto forma di fragranze sublimi. Acqua di Sardegna è il nome con il quale il fondatore, Mauro Aprea, anni fa, decise di presentare il profumo nato nell’isola, nato dall’isola, al mondo. I profumi della Sardegna prendono dunque forma combinando l’identità romantica del mare all’asprezza sofisticata della terra, sposando storia, tradizione e ancora colori, musica, leggende e feste. Gli elementi protagonisti di questa terra tutta da scoprire. Entrano in gioco il vento che con silente prepotenza dà vita alle rocce, la campagna con la sua personalità mediterranea e solare ed i suoi profumi di agrumi e ginepro, di fiori selvatici, foglie e campi aridi, le onde ed il loro fresco calore, il legno ed il cuoio tipici degli oggetti della tradizione ed ancora sentieri che alternano il caldo rovente alla frescura autunnale. Ogni profumo nasce dall’amore per questa lusinghiera terra e ogni fragranza incarna uno stile di vita unico.

Ad oggi contiamo un numero totale di profumazioni pari a 16 differenti fragranze, un numero importante che ha del miracoloso in quanto ciascuna magica boccetta colorata contiene aromi diversi capaci di suscitare emozioni varie nonché di condurre con l’immaginazione in un viaggio alla scoperta della terra. Ogni fragranza stimola il desiderio e delinea l’anima di un luogo specifico.


La terra svelata attraverso un viaggio olfattivo ed emozionale che, in ogni sua sfaccettatura, parla di Sardegna. Quattro profumazioni per le donne del mondo.



La prima fragranza fa parte della prima linea lanciata dal brand, una linea fresca e giovane che timidamente emerse fino a divenire oggi punto di riferimento per gli appassionati di profumeria e aromi. Acqua di Sardegna Woman è un eau de parfum estremamente delicata e naturale, parla di una femminilità discreta, innamorata della primavera, che raggiunge il suo equilibrio combinando essenze rilassate e sensuali della menta all’energia degli agrumi, ancora la sensibilità delle note fiorite alla dolce audacia di cedro e ambra. Questi i sentori che ci introducono al profumo e ci presentano la stagione della fioritura nella seducente isola sarda. Una fragranza tanto delicata quanto coraggiosa per donne protagoniste di una femminilità riservata.



Eterea è l’aggettivo che meglio definisce la seconda proposta, il suo nome è Smeralda e, proprio come la sua anima, parla di sensualità, sensi assopiti ed emozioni celate. Indossando quest’intensa fragranza l’impulso è quello di fermare il tempo e recarsi in una delle tante deliziose calette che costellano la Costa Smeralda a contemplare il mare in compagnia di un amore segreto, cullati al suono delle onde e illuminati dalla brillantezza del sole. Ad affascinare è il sentore di bergamotto sposato a foglie di violetta. Una volta assorbita questa sognante unione, ecco che si viene travolti dall’armonia di mimosa, gelsomino e mandorlo per poi confermare la passionalità di questo profumo con note di sandalo unite a vaniglia e muschio. Una fragranza estremamente femminile per donne romantiche ed impulsive.



Maijda Woman Eau de parfum è la terza profumazione presa in analisi, il suo colore è il blu intenso delle acque sarde che si presenta all’olfatto e al cuore della donna come un sentimento di immenso desiderio nello scoprire le stupefacenti bellezze di una Sardegna ancora incontaminata. Questa fragranza esalta gli ambienti più intimamente reconditi dell’isola e con essi ci introduce all’anima e al carattere delle donne sarde, forti, belle e misteriose, velate nella loro importante semplicità. Maijda racchiude nella sua elegante boccetta la generosità del paradiso che rappresenta, l’aria ricolma di sentori costieri, la dolce asprezza della frutta e la delicatezza del mughetto. Ci introduce al suo significato presentando un vincente accordo tra pesca e timo, legno di cedro e vaniglia, ancora mirto e rosa. Questa fragranza è portavoce della bellezza fiorita in contrapposizione alla bellezza nascosta e con orgoglio traspone l’energia e l’impeto delle donne nel mondo.



La quarta fragranza ci porta a scoprire le bellezze della perla di cui porta il nome. Scalo Porto Cervo è un promemoria della lussuosa raffinatezza, del glam più ricercato, del desiderio di cosciente spensieratezza che si riscopre mettendo piede nell’esclusiva località. Aprendo la boccetta e portandola con impazienza vicino al naso si sancisce l’inizio di una sontuosa passeggiata tra le vie curate della città. Si riconoscono i dettagli principeschi del ciottolato, le pavimentazioni regalmente rustiche sempre finemente spolverate, la pietra delle case e le incisioni in marmo bianche e blu cobalto che si insinuano nella verde vegetazione dove nemmeno un bocciolo è fuori posto. Emergono chiaramente le note esclusive della Promenade du Port, l’arredamento lussuoso del Romazzino e la forza dei colori scelti con meticoloso rigore che incorniciano e al contempo riempiono il paesaggio. Il riassunto di questi intensi dettagli racchiuso in una boccetta dalle linee altrettanto preziose: il flacone si presenta in un caldo color panna che ci suggerisce la luminosità ardente della location, il nome viene presentato in argento, finemente chic e infine il tappo ricorda un piccolo ciottolo di onice bianca, una pietra che dona equilibrio e forza, simbolo di raffinatezza accentuata. Tra gli aromi si riconoscono frutti rossi, pesca e bergamotto in un primo momento, che accolgono poi la femminilità di rosa, violetta, gelsomino e pepe rosa, per giungere infine ad avvolgere il fondo setoso di questa incredibile fragranza, esaltato da cuoio, patchouli, vetiver e poudré.


Per qualsiasi domanda, richiesta e dubbio, o per conoscere meglio il catalogo prodotti di questo brand ecco il link al sito ufficiale: http://www.acquadisardegna.it/

©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy