All'arrembaggio degustatori

Aggiornato il: 25 giu 2019



Programmare un viaggio nel Bel Paese, che si tratti di una lunga permanenza o di una fuga in giornata, necessita di una non indifferente preparazione culinaria sulle pietanze del posto. In Italia non ci battono quando si tratta di buon cibo e buon vino, ogni regione, indistintamente, racchiude le sue peculiarità in ambito culinario e come uno scrigno le protegge e custodisce con grande cura. Il nostro focus per il mese di Giugno vede protagonista la città di Firenze (per chi se lo fosse perso, ecco il link per l'articolo precedente https://www.vervene.it/junes-topic-firenze), capoluogo della regione Toscana che, come le regioni sorelle nel resto d’Italia, non delude affatto le papille gustative di tutti i fortunati che ne degustano i sapori, persino i palati più fini rimarranno entusiasti.

Allora iniziamo il nostro viaggio gastronomico conoscendo un po’ meglio due tra i protagonisti favoriti della cucina fiorentina: il pane e l’olio extra vergine d’oliva.


Pane Sciocco Toscano

Il pane fiorentino, conosciuto anche come Pane Sciocco, è certamente una delle più misteriose ed antiche curiosità gastronomiche della Toscana. Viene infatti realizzato senza l’aggiunta di sale nell'impasto, cosa che differenzia molto la regione dal resto dell’Italia. Sono diverse le leggende che ne spiegano il motivo, una tra tante, forse la più intrigante, ha connotazioni storico-geografiche che coinvolgono il periodo etrusco, in particolare vede protagonista l'Etruria, antichissima regione dell’Italia centrale, di cui la Toscana faceva parte insieme all'Umbria e al Lazio. L'usanza, pensate, prevedeva di non salare il pane affatto! Buono o non buono è una questione di gusto, in effetti la cucina toscana è molto ricca in termini di sapore, perciò la mancanza di sale nel pane non necessariamente disturba il palato, inoltre, per chi proprio non può farne a meno, c’è sempre la possibilità d’ inzuppare la nostra grande fetta con del sublime olio e qualche granello di sale, una bruschetta rivisitata talmente buona da far dimenticare l’iniziale assenza di sapidità nella nostra pagnotta.

Altra curiosità di questo pane è proprio il suo nome. La parola «Sciocco» di prassi ci riporta alla mente un duplice significato, il concetto concreto di insipidità e quello più morale di stupidità. Purtroppo la curiosità non può del tutto essere messa a tacere perché effettivamente non è chiaro a quale delle due etimologie si sia ispirato il nome odierno, tuttavia è simpatico far danzare la mente tra i nostri detti e trovare un quasi buffo collegamento a quello che recita «Non avere sale in zucca». Di primo acchito sembrerebbe in effetti che, almeno in parte, il pane senza sale fu visto tutt'altro che di buon occhio.



Olive Toscane

Altra grande eccellenza in ambito culinario è l’Olio Extravergine d’Oliva Toscano che, se soggiornate a Firenze, non potete non assaggiare o ancor meglio acquistare per casa. Le carte e suo vantaggio sono decisamente favorevoli, tra le tante troviamo infatti un clima eccezionale, mani sapienti e terreni fertili, questi ingredienti insieme ci regalano uno degli olii più rinomati e gustosi che si possano assaggiare.


Per godere appieno della tranquillità toscana, degustandone i sapori e scoprendone le tradizioni legate alla creazione del sublime olio è sufficiente ampliare il raggio d’azione del nostro itinerario di viaggio, includendo una o più giornate di esplorazione nelle zone limitrofe a Firenze.

Ecco selezionate tre strutture in particolare che, tanto per la loro bellezza, quanto per le delizie che procreano, ci regaleranno delle giornate indimenticabili.

La prima meta del nostro viaggio alla scoperta dell’olio Toscano è Montecatini Terme, qui andremo a conoscere un po’ meglio l’Azienda Agricola Alessandra Benedetti che, pensate, affonda le sue origini nei primi del ‘900. Si tratta di un’azienda familiare specializzata nella raccolta di olive per la produzione di olio, ma, a dirla tutta, la sua produzione non si limita all'olio. Al contrario qui potremo trovare diversi prodotti dalla qualità esclusiva tra cui, per gli amanti del cibo sano, tanta, tantissima frutta fresca!

L’azienda è collocata ad oltre 300 metri sul livello del mare e vanta una selezione di oltre 1000 piante di olivo, trattate, ognuna di esse, con amore e cura. In loco è naturalmente possibile apprendere nei dettagli i processi di produzione, assaggiare le varietà di olio proposte e fare scorta di bottiglie per le nostre cucine di casa!


La seconda meta del tour è la Tenuta del Palagio a San Casciano Val di Pesa. Famosa principalmente per la produzione di vino Chianti, la Tenuta è anche dimora di un olio extra vergine squisito e garbato al gusto, l’olio D.O.P Chianti Classico di cui ne potremo assaggiare (ed acquistare) quattro varianti; la prima variante prevede una selezione di olive Moraiole, la seconda di olive Frantoiane, la terza di olive Leccine e l’ultima di sole olive Madonna dell’Impruneta. I prezzi sono ragionevoli ed il soggiorno sublime. Altro elemento vantaggioso? Qui si catturano, in un colpo solo, due piccioni con una fava, oltre all'olio infatti, c’è anche il vino!


La terza tappa del nostro tour non poteva non essere la meravigliosa Vinci. Tra le dolci colline di questo luogo incantato ecco che risalta La Fattoria di Dianella. Anch'essa molto conosciuta per i suoi celebri vitigni, non manca di produrre olii eccezionali. Il patrimonio olivicolo si estende per circa 15 ettari e vanta varietà come Pendolino, Frantoio e Leccino. Dall’armoniosa unione di questi elementi nasce l’olio extravergine di oliva di Dianella che si distingue, all'assaggio, per straordinaria personalità ed intensità. In loco è possibile acquistare i prodotti desiderati ed assaggiarli, sia attraverso dei percorsi degustazione, sia direttamente nel piatto, servito nel ristorante della tenuta. Vi è inoltre un Bed & Breakfast dove soggiornare e distendersi in quieti momenti di relax.


Conclusa la breve panoramica illustrativa su Firenze, la sue prelibatezze e le aziende agricole più interessanti della zona, è dunque arrivato il momento di addentrarci più in profondità nella gastronomia Fiorentina, andando a conoscere più da vicino tre ristoranti must da inserire nell'itinerario di viaggio.

Gli amanti della carne troveranno pane per i loro denti in questo posticino, il suo nome è I’Tuscani2 e la sua location è proprio in centro città, a metà strada tra il Museo Novecento e Palazzo Corsini. Adatto sia per un pranzo veloce che per una cena, il locale racconta di amore patriottico per la città in questione, rispetto delle tradizioni e assoluta venerazione della materia prima che offre ai suoi clienti, un posto in bilico tra rustico e casual che non richiede alcun dress code ma che necessita, da chi lo sceglie, un amore incondizionato per l’accoppiata carne/vino. Tre motivi per andare? Ottimo cibo, divertimento e ambiente bellissimo!

Ecco alcune chicche dal menù…

Una delle specialità che ne distinguono il valore sono i «Taglierini», ovvero delle selezioni di carni, formaggi e salumi da gustare in compagnia; formaggi provenienti da niente di meno che le migliori fattorie toscane, hamburger, tartare, bistecche e filetti, il tutto accompagnato da ortaggi di stagione, salse fatte in case e prodotti esclusivi a base di tartufo. Da leccarsi i baffi.

Informazioni utili: Via de' Federighi, 37 Firenze - Aperto tutti i giorni - www.ituscani2.com



Chi non rinuncia all'aperitivo, nemmeno in vacanza, può fare sonni tranquilli. Il secondo locale che vi propongo è infatti una vera chicca, il suo nome è Se Sto on Arno ed è conosciutissimo e molto apprezzato sia dagli abitanti del posto, sia dai turisti. Piazza Ognissanti, sesto piano dell’hotel The Westin Excelsior Florence, questa è la location ideale se si vuole sorprendere il proprio fidanzato con una serata romantica, o la propria famiglia per dei magici momenti di condivisione. La meraviglia del posto è infatti la vista mozzafiato che ci si trova ad affrontare una volta giunti sulla terrazza panoramica. Un aperitivo così, non se lo scorda nessuno!

Informazioni utili: Piazza Ognissanti, 3 Firenze - Aperto tutti i giorni - www.sestoonarno.com


Se Sto on Arno

Chi ama sperimentare, abbracciare differenti filosofie, scoprire cucine nuove e comprenderne il concetto, sicuramente troverà ciò che cerca in Olivia Firenze. Un ristorante nato dal Frantoio di Santa Téa strutturato su un format molto innovativo di cucina e servizio informale, il tutto basato sul vero protagonista della cucina: l’olio extra vergine di oliva. Sano e gustoso olio a base di olio Evo che, come un coerente e fedele filo conduttore, accompagna gli ospiti, piatto dopo piatto, alla scoperta delle sue infinite sfaccettature, crudo su insalate, in cottura per i fritti o ancora scelto come ingrediente per dolci e dessert. Da Olivia troverete un menù semplice ma rivoluzionario che potrete degustare tranquillamente accomodati al tavolo, al bancone per un break più rapido e casual, o ancora per strada tramite un comodissimo e giustissimo cartoccio. Dal menù troviamo polipetti in olio cottura, bruschette a base di pesce, frutta e molto altro, rigorosamente accompagnate dalla giusta tipologia di olio, dunque dal più dolce, al più fruttato. Tra i dolci spiccano la torta di carote all’olio E.V.O e le frittelle di mela e cannella.

Informazioni utili: Piazza Pitti, 14r Firenze - Chiuso il Lunedì - www.oliviafirenze.com


Eccoci giunti all’ultima tappa del nostro secondo capitolo alla scoperta di Firenze. Come appare ormai chiaro, in questo secondo viaggio il tema centrale era la cucina e gli ingredienti speciali del posto. Ripercorriamolo insieme: dopo un’iniziale introduzione, protagonisti della scena sono stati due ingredienti fondamentali della cucina Toscana, il Pane Sciocco e l’Olio Extra Vergine d’Oliva, avvicinandoci alla cultura dell’olio abbiamo poi posato gli occhi su tre aziende agricole Toscane, tutte collocate nelle zone limitrofe a Firenze. Ultimo focus affrontato, tre ristoranti Fiorentini diversi tra loro ma dolcemente accomunati dall’eccelso uso che fanno della preziosa materia prima Toscana. Ora manca solo un’ultima cosa, una chicca davvero speciale che spero possa spalancare i vostri occhi, così come si sono spalancati i miei, di meraviglia e trepidante desiderio di viverla da vicino!


Tenuta Castelnuovo Tancredi

La tappa finale di questo capitolo è tutta dedicata a Tenuta Castelnovo Tancredi, situata a Buonconvento, a circa un’ora e mezza di auto da Firenze. Questo splendido angolo di paradiso si inserisce perfettamente nel sublime paesaggio senese, incorniciato dalle pendici di Montalcino e la Val d’Orcia. La Tenuta di Castelnuovo Tancredi si estende per oltre 600 ettari ed al suo interno spiccano il Castello della Tenuta e l’Agriturismo. A proposito del Castello, possiamo dire si tratti di un luogo da favola dove poter soggiornare rilassando mente e corpo e rigenerando i sensi grazie alla tranquillità e alla bellezza in cui si è immersi.

Il Castello dispone di 9 eleganti suites, un’antica cucina e una sala da pranzo, salotti affrescati e grandi saloni con travi. Anche gli spazi all'esterno offrono molto, nel parco si possono infatti trovare piscine, campi da tennis e una Wellness Spa. Se non vi foste già innamorati, ecco la perla finale: questa speciale struttura è anche una delle più antiche aziende agricole Toscane, l’amabile sapore tradizionale di un tempo riesce ad eccellere combinato alla naturale modernizzazione delle attività, il tutto volto alla produzione di prodotti unici e genuini, che potrete assaggiare e scoprire meglio in loco, ma anche acquistare per voi stessi o per i vostri cari. L’azienda, molto famosa soprattutto per la produzione di olio e vino, possiede e gestisce anche terreni seminativi coltivati a cereali e foraggi.

Inoltre, grazie agli 8 ettari di vigneti specializzati e alle cantine della Tenuta, che fungono da dimora ai vini in riposo, l’azienda dà vita a due vini eccellenti, Doc Dorcia e IGT Toscana.

Nell’azienda sono anche presenti più di 500 olivi secolari e un impianto specializzato diffuso per oltre due ettari, dai quali viene prodotto l’olio Extra Vergine di Oliva D.O.P. Terre di Siena.

Tutto questo vi aspetta alla Tenuta Castelnuovo Tancredi, un luogo dove riscoprire voi stessi ed il piacere delle tradizioni Toscane.



ENTRO POCHI GIORNI DISPONIBILE IL TERZO ARTICOLO DELLA CATEGORIA JUNE'S TOPIC!

©2018 Federica Ghiozzi All right reserved
 

Cantù (Co) Italy info@vervene.it
 

 P.IVA: 03820010134

 

Privacy Policy

 

Cookie Policy